20 settembre – Le sofferenze nette iscritte a bilancio dalle banche italiane sono salite a 84,9 miliardi in luglio dagli 83,7 di giugno. E’ quanto emerge dal rapporto mensile dell’Abi. Rispetto a luglio 2015 l’incremento e’ stato di 1,2 miliardi (+0,1%), che è percentualmente in decelerazione rispetto al +5,3% fatto segnare a fine 2015, ma come valore assoluto in crescita senza tregua. Il rapporto sofferenze nette/impieghi totali e’ quindi salito al 4,76% dal 4,66% di giugno e dal 4,68% di luglio 2015.

loading...