I dati di Ipsos per il Corriere della Sera sono inequivocabili e concordi con le intenzioni di voto di altri istituti: il trend del No al referendum del 4 dicembre (si vota sulla riforma costituzionale del governo Renzi) è decisamente positivo.

Anzi, travolgente: se non si invertirà, per Matteo Renzi sarà game over.

Nonostante le varie giravolte sulle sue dimissioni in caso di vittoria del No, di fatto Renzi sarebbe indebolito mortalmente da una sconfitta del genere: la scelta sarebbe fra andarsene di sua spontanea volontà o logorarsi lentamente fino a essere cacciato.

Vediamo infatti dalla  seguente scheda sintetica quanto è cresciuto il No a partire da gennaio 2016.

Sondaggi referendum costituzionale (6 ottobre 2016): più passa il tempo, più gli italiani bocciano la riforma. Si mette male per Renzi

Recentemente il comico Maurizio Crozza a diviso, ironicamente, gli elettori del referendum costituzionale in due categorie: quelli che voteranno Sì alla riforma e quelli che l’hanno capita. E in effetti Crozza non sembra avere tutti i torti: più gli italiani si informano sui contenuti della riforma costituzionale, più si convincono a votare No al referendum confermativo del 4 dicembre 2016.

loading...