Il Pil e’ diminuito anche nel 2013: -1,3%. Si ferma l’export. Tasso di disoccupazione al massimo storico: 8,7%
  Nel 2013 calo il pil della Lombardia e si ferma l’export che registra una battuta d’arresto e smette di trainare la crescita: rimane stabile (-0,1% rispetto al 2012), anche se resta piu’ alto del 3,8% rispetto all’inizio della crisi economica. Il Pil regionale, stimato da Prometeia, e’ intanto diminuito ancora, dell’1,3%. E’ quanto si evince dal consueto rapporto della Banca d’Italia sull’economia della Lombardia, che sottolinea come, tra il 2007 e il 2013, la produzione industriale sia scesa dell’11,8%, registrando un segno positivo solo nell’alimentare (+3,4%) e nel chimico-farmaceutico (+1,7%), settori appunto, sostenuti dalle esportazioni. Il valore aggiunto a prezzi costanti delle costruzioni (-4,7% l’anno scorso) e’ invece ai minimi dalla fine degli anni Novanta.
loading...