Nuovo raid armato dell’esercito ucraino anche su Slaviansk.

In Ucraina continua la guerra tra il nuovo governo appoggiato da USA e UE e i separatisti che stanno cercando di conquistare l’est del Paese. Tmnews riporta che l’esercito ucraino ha lanciato un’offensiva sulla città ribelle di Lugansk:

“L’aviazione ucraina ha lanciato un attacco missilistico sull’amministrazione regionale di Lugansk, controllata dagli insorti filorussi. “Otto persone sono state uccise nel palazzo dell’amministrazione regionale in seguito al bombardamento dell’aviazione e altre cinque persone sono morte durante gli scontri nel quartiere Mirnij”, ha detto un portavoce dei ribelli.”

L’agenzia fa notare che “per l’attacco sarebbero stati utilizzati razzi non guidati progettati per la distruzione di attrezzature e manodopera, di fabbricazione russo/sovietica. Kiev ha in precedenza escluso la possibilità di attacchi aerei.”

Ma gli attacchi ucraini non son stati effettuati soltanto a Lugansk:

“Anche nell’Est dell’Ucraina a Slaviansk è stata lanciata una nuova operazione militare contro i filorussi dal governo di Kiev. Lo ha annunciato il ministro degli Interni Arsen Avakov sulla sua pagina di Facebook, dove conferma che ormai da ore va avanti uno “scontro a fuoco molto intenso”. Su Slaviansk e Kramatorskom aerei in perlustrazione attiva, mentre colpi ed esplosioni si sentono dappertutto. “

I cittadini sono stati invitati a non uscire dalle proprie dimore:

“La popolazione “per ridurre il rischio della vita, è invitata a rimanere a casa e non avvicinarsi alle posizioni dove si concentrano i terroristi”, ossia i filorussi, consiglia Avakov. E anche a Kramatorsk, all’aeroporto si sta combattendo. Mentre è avvolto nel fumo un capannone, vicino al check point 3A sulla strada per Krasnyi Lyman, nelle mani dei filorussi. Sembra essere un impianto chimico.”

 

loading...