BRUXELLES (Pars Today Italian) –”L’Unione Europea è impegnata a sostenere il consolidamento della democrazia in tutto il mondo e continuerà i suoi sforzi per affrontare le cause dei conflitti e la povertà nei paesi poco democratici”.
Lo ha dichiarato il capo della politica estera dell’Ue, Federica Mogherini. “In tutto il mondo, i valori democratici non sono ancora una conquista per molte persone … L’Unione europea è fortemente impegnata ad affrontare queste sfide e a sostenere la democrazia in tutto il mondo”. Il blocco, spiega, proseguirà i suoi sforzi per affrontare le crisi, l’iniquità e le ingiustizie in tutto il mondo che costringono le persone a lasciare i loro paesi d’origine, privi di valori democratici.

Nota: Stanno arrivando commenti e risposte al bel discorso della Mogherini in cui si chiede se l’impegno a “consolidare la democrazia” della UE si deve intendere anche per quei paesi con cui la UE mantiene stretti rapporti commerciali, diplomatici e militari, sviluppando cooperazione in vari campi, ad esempio l‘Arabia Saudita, il Qatar, gli Emirati Arabi , il Bahrein e le altre monarchie petrolifere del Golfo Persico.

Si tratta di quegli stati retti da monarchie ereditarie, come l’Arabia Saudita, con regimi assolutisti e tirannici, dove si pratica lo schiavismo e la lapidazione per le adultere, paesi dove ogni anno vengono eseguite oltre 150 condanne capitali mediante il taglio della testa, anche a dissidenti ed oppositori al regime, stati che sono notoriamente mandanti ed ispiratori dei gruppi terroristi wahabiti e salafiti che operano in molti paesi del Medio Oriente e non solo.

Inoltre stanno arrivando altre richieste alla Mogherini di chiarire come mai l’Unione Europea appoggia lo stato dell’Ucraina che pratica la soppressione di ogni diritto per le minoranze e la repressione di qualsiasi libertà politica e si è macchiato di orribili delitti contro le popolazioni civili russofone.

Un’altra richiesta arriva da in gruppo di cittadini dello Yemen, sottoposti ad una brutale aggressione da parte dell’Arabia Saudita, assistita da USA e Regno Unito nelle operazioni militari. Questi cittadini yemeniti chiedono alla Mogherini, a seguito del suo bel discorso, di intercedere per assicurare la democrazia anche nel loro martoriato paese, interrompendo l’invio di armi e ponendo fine al genocidio di civili compiuto dall’Arabia Saudita, visto che questo stato è in stretti rapporti con i paesi dell’Unione Europea, in particolare Francia, Germania e Italia, da cui acquista enormi quantità di armi.

Non sappiamo se la Mogherini vorrà fornire una risposta a queste richieste, se non lo facesse, sarebbe facilmente accusata di fare della retorica a buon mercato.

L.Lago – Controinformazione

loading...