BRUXELLES – Il prossimo 11 ottobre la ministra della Difesa, Roberta Pinotti, presenterà agli europarlamentari italiani ed europei a Bruxelles la sua proposta per il rafforzamento della difesa comune Ue. Il ‘paper’ italiano propone tre linee di sviluppo: sul piano istituzionale la definizione di una strategia per la difesa; su quello operativo, la revisione del concetto di ‘battle group’ e l’unificazione della pianificazione strategica delle missioni europee, ma anche la possibilità che alcuni Paesi creino una ‘European Multinational Force’; nella dimensione industriale e tecnologica infine punta su “pochi ma qualificati aspetti in grado di produrre risultati significativi”.

In particolare, secondo l’Italia, occorrerebbe sostenere la produzione con incentivi fiscali e finanziari per i progetti di cooperazione militare (con esenzione dall’Iva e sostegno della Banca europea degli investimenti) nonchè con incentivi all’innovazione tecnologica, con accesso ai programmi europei per la ricerca ed una semplificazione dei trasferimenti intra-europei degli equipaggiamenti militari. ansamed

loading...