LONDRA – Nella Ue più volte a Bruxelles si è voluto sottolineare che la Gran Bretagna dovrà ”pagare” per lasciare l’Unione europea, ma ora emerge una richiesta simmetrica da parte britannica: ”Il Regno Unito – riferisce oggi il quotidiano britannico The Times – si prepara a chiedere all’Unione Europea la sua quota di asset, valutati 150 miliardi di euro, rispetto i quali vanta il diritto di proprietà indivisa, e rispetto i quali con al Brexit perderà tanto l’uso quanto i benefit patrimoniali. Se la Ue chiederà, come lasciato intendere, 60 miliardi al Regno Unito, simmetricamente Londrà chiederà alla Ue una somma prossima a questa. Una prima stima del valore dei beni dell’Ue e’ stata elaborata dall’istituto indipendente Bruegel in 152,5 miliardi, di cui 40 miliardi di liquidi e proprieta’ immobiliari, 56 miliardi di crediti, 42,5 di fondi non spesi e 10,3 di contributi al bilancio.

loading...