Marco e Anna, nomi di fantasia, hanno circa 30 anni, sono disoccupati e hanno due figli piccoli. Loro due, ma non sono i soli, hanno venduto il loro voto alle scorse amministrative a Ventimiglia, un voto che il candidato avrebbe ripagato con 50 euro. Basta così poco per comprare il voto di due persone, basta così poco se quelle persone non hanno proprio niente da perdere.
Questa coppia con quei 50 euro ha fatto la spesa, una cifra che nel loro bilancio può fare la differenza. La loro storia la racconta Patrizia Mazzarello sul Secolo XIX. Tutto finisce poi in Questura in un’indagine sul voto di scambio: 10 indagati. Tra loro un politico: il candidato consigliere Emilio Galardini, Forza Italia, 270 preferenze.
«Un politico vale l’altro. Ci hanno offerto 50 euro per votare quello lì e abbiamo accettato…Io sono disoccupato, mia moglie anche», continua Marco, quasi con rabbia.(…)

loading...

Leggi tutto su blitzquotidiano

loading...